Accordi e Protocolli


11.02.2016 | Protocollo d’Intesa in materia di Consulenza Tecnica d’Ufficio e Perizia – sottoscritto in data 11.02.2016 tra il Tribunale di Arezzo e gli Ordini e Collegi professionali provinciali

Gli Ordini e Collegi professionali ed il Tribunale della provincia di Arezzo, in data 11 febbraio 2016, hanno sottoscritto il Protocollo d’Intesa in materia di consulenza tecnica d’Ufficio e Perizia.

A seguito di tale sottoscrizione, gli Ordini e Collegi professionali si sono riuniti per mettere a punto i corsi di aggiornamento professionale necessari per chi intende iscriversi per la prima volta agli elenchi dei CTU e/o periti del Tribunale aretino, come previsto all’art 3, comma 6 punto b) dello stesso Protocollo.

La frequentazione di tale “corso base”, infatti, è indispensabile per poter effettuare la domanda di iscrizione, oltre ai requisiti di cui allo stesso comma 6 dell’art. 3 del Protocollo:

  • condotta morale specchiata e iscrizione all’Albo Professionale (art. 69 del CPC );
  • anzianità, almeno quinquennale, di iscrizione all’Albo;
  • dimostrazione di svolgere effettivamente la libera professione;
  • osservanza dell’obbligo dell’aggiornamento professionale.

Il corso base, ripetiamo, riservato solo a coloro che non sono ancora iscritti agli elenchi del Tribunale, si svolgerà tra l’ultima settimana di maggio e la prima di giugno con tre incontri pomeridiani di quattro ore ciascuno. Il costo di tale corso, sarà tra i 20 e 30 € a persona e consentirà anche di ottenere 12 CFP per l’aggiornamento professionale obbligatorio.
Con la presente si chiede una manifestazione di interesse alla partecipazione al corso, in maniera tale da poter riservare un numero di posti sufficiente a soddisfare le richieste degli iscritti.
Chiunque fosse interessato è pregato di mandare una mail alla segreteria dell’Ordine (architettiarezzo@archiworld.itentro venerdì 15 aprile 2016.

Roberto Felici, responsabile formazione OAPPC Arezzo

________________________________

In riferimento a quanto previsto al punto 2 del Protocollo d’Intesa sottoscritto in data 11 febbraio 2016 tra il Tribunale di Arezzo e gli Ordini e Collegi professionali in materia di Consulenza Tecnica d’Ufficio e Perizia:


Processo Civile Telematico: obbligo per i CTU di iscrizione dal 01.07.2014 al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (ReGIndE)

Come richiesto dal Presidente del Tribunale di Arezzo, Dott.ssa Clelia Galantino e secondo quanto previsto e regolamentato dal D.M. n. 44 del 21.02.2011 e dal Provvedimento del Ministero della Giustizia del 16.04.2014 si informa che a far data dal 30.06.2014 diverrà obbligatorio il deposito degli atti endoprocessuali in materia civile mediante trasmissione telematica (v. Circolare Min. Giustizia n. 80939/2014).

Dal 1 luglio 2014 pertanto, le Cancellerie dei Tribunali non potranno più ricevere atti cartacei da parte degli ausiliari del Giudice e comunicheranno con i CTU esclusivamente attraverso PEC.

Solo la registrazione del singolo professionista al Reginde (Registro Generale degli Indirizzi Elettronici, istituito e gestito dal Ministero della Giustizia, contenente tutti i dati identificativi, nonché gli indirizzi di posta elettronica certificata dei soggetti abilitati esterni che intendono fruire dei servizi telematici) consentirà al medesimo di procedere al deposito di atti, istanze e relazioni scritte nell’ambito del procedimento in cui egli ha assunto la veste di ausiliario.

Come altresì noto, l’art. 13 disp. atto c.p.c. prevede che presso ogni Tribunale sia istituito un albo dei consulenti tecnici al quale possono essere iscritti soggetti non esercenti una professione regolamentata, o comunque non iscritti in appositi albi. Risulta dunque necessario che anche tutti i professionisti non iscritti in appositi albi, provvedano alla registrazione in proprio sul Reginde, secondo le modalità indicate dall’art. 9 delle Specifiche tecniche adottate con provvedimento del M.G. del 16 aprile 2014, ai sensi dell’art. 34, comma 1 del D.M. 44/2011.

Le modalità di alimentazione del ReGIndE prevedono che sia possibile per il singolo professionista registrarsi in proprio, tramite:

– l’apposita funzionalità disponibile nel Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia alla pagina web http://pst.giustizia.it/PST/;

– uno dei punti di accesso autorizzati, denominati “PdA” (struttura tecnologica-organizzativa atta a fornire ai soggetti abilitati i servizi di connessione al portale telematico, alcuni a pagamento ed altri gratuiti come ad esempio il “PdA Cancelleria Telematica” della Regione Toscana: http://www.giustizia.toscana.it/giustizia.toscana/notizia_dettagli.jsp?codnotizia=82&codicesede=RT);

Per poter effettuare la registrazione al ReGIndE è necessario essere in possesso di:

– casella di posta elettronica certificata (PEC);

– firma digitale;

– nomina o conferimento di incarico da parte del Giudice (il file dovrà essere firmato digitalmente dal richiedente l’iscrizione al ReGIndE prima dell’invio).

Per la registrazione procedere come segue o se necessario vedere le specifiche schede di istruzione allegate:

dall’home page http://pst.giustizia.it/PST/, nel riquadro “servizi” cliccare su “Per poter accedere ai seguenti servizi è necessario effettuare il login”, poi (previo inserimento nel pc del pen-drive contenente la CNS o smart card contenente certificato CNS-like come quello rilasciato da Aruba Pec SpA in convenzione con il Cnappc purché emessa prima del 30 settembre 2011) cliccare su “smartcard” (il sistema richiederà ora l’inserimento del PIN della propria firma digitale o CNS) ed infine cliccare sul Codice Fiscale che apparirà in alto nella pagina, cliccare su “Registrazione Reginde”, apparirà una scheda in cui dovranno essere inseriti i propri dati (nome, cognome, indirizzo PEC e allegata la scansione del documento di nomina), al termine dell’inserimento dati premere “invia”.

Si allegano schede contenenti istruzioni dettagliate per effettuare la registrazione al ReGIndE distinte per chi è in possesso di ArubaKEy e per chi è in possesso di Smartcard (o altro dispositivo di lettura).

ISTRUZIONI ISCRIZIONE REGINDE con ARUBAKEY

ISTRUZIONI ISCRIZIONE REGINDE con SMARTCARD O ALTRO DISPOSITIVO DI LETTURA

[In riferimento al Processo Civile Telematico con obbligo per i CTU di iscrizione al Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (ReGIndE), si allegano le slides dell’avv. Sileni quale relatore del  seminario sugli adempimenti telematici della CTU svoltosi lo scorso 31 marzo 2015 ed organizzato dall’Ordine degli Architetti PPC di Arezzo, con gli altri Ordini e Collegi professionali provinciali]


 

Campagna Informativa sull’ EFFICIENTAMENTO ENERGETICO della Regione Toscana – aggiornamento elenchi e comunicazione disponibilità a partecipare

Facendo seguito alla Campagna informativa sull’Efficientamento Energetico della Regione Toscana si allega: 

SCHEDA ADESIONE efficientamento energetico Toscana 2014

SCHEDA PRIMO CONTATTO efficientamento energetico 

Si comunica che sul sito della Regione Toscana è stata creata la sezione dedicata, nella quale è possibile visionare l’elenco degli Ordini e Collegi che hanno aderito all’iniziativa, oltre agli elenchi degli iscritti che hanno comunicato la loro disponibilità.

Sul sito della Regione Toscana, all’indirizzo http://www.toscana-notizie.it/-/edifici-energeticamente-piu-efficienti-valutazioni-gratuite-e-prestiti-garantiti è anche disponibile il comunicato stampa relativo alla campagna in oggetto.

Ricordiamo ai colleghi interessati che non lo avessero ancora fatto che è sempre possibile comunicare la propria disponibilità a partecipare mediante la compilazione dell’apposita scheda che dovrà essere fatta pervenire alla Segreteria dell’Ordine.


 

18.06.2013 | UrbanPro Arezzo – sottoscrizione Protocollo

Come anticipato con le precedenti comunicazioni  sulla “Biennale dello Spazio Pubblico” e la relativa Tavola rotonda, nell’ambito del Patto Nazionale UrbanPro tra Confcommercio, CNAPPC, ANCE e Unioncamere, questa mattina è stato siglato il Protocollo UrbanPro Arezzo durante una Conferenza Stampa tenutasi presso la Camera di Commercio di Arezzo.

Il Protocollo, sottoscritto dai Presidenti di Confcommercio, Ordine degli Architetti, P.P.C., ANCE e Camera di Commercio della provincia di Arezzo, è operativo anche a livello locale ed Arezzo è la prima esperienza pilota a livello nazionale a cui seguiranno ulteriori province in tutte le regioni d’Italia.

Il progetto nasce dalla volontà di creare, da parte dei soggetti sottoscrittori, una regia comune, che, riconoscendo il ruolo delle città anche per lo sviluppo economico, diventi un incubatore di facilitazione di trasformazioni e di riqualificazione e rigenerazione urbana.

“I temi del riuso e della rigenerazione urbana sostenibile – dichiara il Presidente dell’Ordine degli Architetti, P.P.C., Paola Gigli – sono centrali nella situazione attuale del Paese e delle realtà locali. UrbanPro è un’importante occasione per innescare processi virtuosi e valorizzare ambiti urbani a spazi pubblici definendo obbiettivi, strumenti e risorse nell’ottica di un accordo positivo tra soggetti diversi che agiscono in sinergia tra loro e di concerto con le pubbliche amministrazioni.”

Comunicato Stampa UrbanPro


 

19.02.2013 | Protocollo d’Intesa su conferimento incarichi Consulenze Tecniche d’Ufficio

Nell’attesa che il Tribunale di Arezzo dia riscontro alle questioni di cui al Protocollo d’Intesa proposto dagli Ordini e Collegi professionali provinciali, alleghiamo il documento inoltrato.

 Protocollo Intesa CTU


 

17.05.2013 | Protocollo d’Intesa tra Ordini e Collegio professionali con Comune di San Giovanni Valdarno per autoregolarizzazione catastale

Il Consiglio dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Arezzo, ha sottoscritto con il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Arezzo ed l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Arezzo, un Protocollo d’Intesa con l’Amministrazione Comunale di San Giovanni Valdarno per “l’autoregolarizzazione catastale degli immobili di proprietà privata non dichiarati al catasto o non coerenti con i classamenti catastali per intervenute variazioni edilizie che, sulla base di recenti verifiche, risultano essere numerosi”.

Il Protocollo, allegato in versione integrale, prevede tra l’altro, che gli onorari dovuti ai professionisti per la redazione degli atti di aggiornamento catastale, determinati sulla base dell’allegata tabella di cui alla Determinazione del Direttore dell’Agenzia del Territorio del 29/09/2009, siano ridotti del 20%; l’eventuale verifica preliminare delle effettive necessità di regolarizzazione catastale sarà gratuita ad eccezione delle spese sostenute e documentate per l’acquisizione della documentazione catastale.

PROTOCOLLO INTESA

Determinazione Agenzia Territorio – Allegato