Tirocini / Praticantati


La Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze e gli Ordini A.P.P.C. Toscani sono pariteticamente impegnati nell’organizzare un insieme coordinato di azioni nell’ambito della qualificazione della filiera formazione/accesso alla professione affinché i giovani architetti possano, in virtù della loro formazione, competenza e comportamento etico, essere in grado di fornire adeguati standard di professionalità, integrità e competenza e quindi portare nella società competenze uniche e per lo sviluppo sostenibile dell’ambiente.

Sulla base del Protocollo di intesa siglato nel 2010 ed a conclusione del lavoro svolto dal Tavolo congiunto tra Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze e Federazione Regionale degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della Toscana, il 5 luglio 2011 i Presidenti degli Ordini APPC delle dieci province toscane ed il Preside della Facoltà Saverio Mecca hanno sottoscritto le Convenzioni quadro ed il Regolamento per lo svolgimento dei Tirocini professionali post lauream.

Nel 2013,  in base alle novità normative ed all’esperienza maturata nei due anni di attivazione, il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze e gli Ordini A.P.P.C. Toscani, hanno rivisto la Convenzione quadro, il relativo Regolamento e la modulistica completa, adeguandoli alla vigente normativa per l’ottimizzazione della procedura che, al termine del periodo di praticantato, consente ai tirocinanti l’esonero dalla prova pratica degli Esami di Stato.

Si allega  la documentazione:

Al fine di un approfondimento dei temi del tirocinio, prima della presentazione del piano formativo, dovrà essere inviata una email all’indirizzo architetti@arezzo.archiworld.it in cui si richiede un  appuntamento con il tutor referente.

 Aggiornamento Dicembre 2019 : PRATICANTATI RETRIBUITI 

Possono presentare domanda i soggetti ospitanti (professionista, studio professionale, ente pubblico o privato), con sede in Toscana, appartenenti ai 19 ordini e associazioni professionali firmatari di due accordi  con Regione Toscana.
Per richiedere il cofinanziamento devono essere attivati praticantati, obbligatori (ovvero quelli necessari all’iscrizione all’albo professionale, es. avvocati) oppure non obbligatori, con giovani tra i 18 e i 29 anni, in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenti o domiciliati in Toscana;
  • non occupati;
  • che non abbiano in corso un rapporto di lavoro autonomo, subordinato o parasubordinato con il soggetto ospitante (a meno che non sia consentito dall’ordine di appartenenza, vedi art.4.2 del bando);
  • essere iscritto (se previsto dall’ordine di riferimento) al registro dei praticanti dell’ordine cui si rivolge il tirocinio;
  • non essere ancora iscritto all’ordine/collegio/albo a cui il tirocinio si riferisce, né aver superato l’esame di stato per l’iscrizione allo stesso;

Sul sito di  GIOVANISI’ della Regione Toscana, è aperta la procedura prevista per i Praticantati non obbligatori, che prevede un rimborso di “300 euro mensili agli studi professionali o agli enti che attivano tirocini per almeno 500 euro mensili lordi”.